top of page

sab 01 giu

|

Palazzo del Bene

Una casa per la Cassa di Risparmio

Saranno i personaggi che hanno vissuto nelle stanze affrescate di Palazzo del Bene a raccontare la storia della dimora simbolo di Rovereto. Immortalato in ogni cartolina e, al giorno d’oggi, negli scatti e nei selfie dei turisti che arrivano in città, il palazzo svela quei segreti che erano rimasti

La registrazione è stata chiusa
Scopri gli altri eventi
Una casa per la Cassa di Risparmio
Una casa per la Cassa di Risparmio

Orario & Sede

01 giu 2024, 18:00 – 19:00

Palazzo del Bene, P.za Antonio Rosmini, 5, 38068 Rovereto TN, Italia

Info sull'evento

Il 2 ottobre 1906 il rinnovato Palazzo di piazza Rosmini di Rovereto apriva i battenti per la serata inaugurale, dopo 2 anni di restauro. Pochi anni prima, la Cassa di Risparmio di Rovereto lo aveva acquistato infatti dal Comune per insediarci la sua nuova sede: una casa per i risparmiatori di Rovereto, un luogo di incontro, di scambio e di crescita. Rovereto era una città in fermento, nuove grandi imprese tecnologiche – come l’illuminazione pubblica – stupivano gli occhi dei cittadini, l’industria era rigogliosa e la piccola città stava allargando i suoi confini. Anche la scelta del consiglio della Cassa di Risparmio di Rovereto, di dare una nuova dimora più prestigiosa al suo operato, rientra in questa politica di crescita e ammodernamento. Lo spettacolo ripercorre dunque quegli anni vitali e le epoche che hanno segnato la storia del palazzo. Così accompagnato dal presidente Plancher che tagliò il nastro dell’inaugurazione del 1906, il pubblico potrà entrare nel Palazzo che fu dei Del Bene e dei Conti d’Arco. Attraverso le parole degli attori e le suggestioni della musica, inizia un viaggio nel tempo per scoprire famiglie e storie che hanno abitato questo luogo.

Sarà Benone del Bene a raccontare del suo arrivo a Rovereto e della sua fortuna diventando i primi abitanti del palazzo. Poi l’incontro con una cameriera al servizio di una famiglia “agitata”, quella dei conti d’Arco. Gli spettatori attraverseranno il tempo delle clarisse, quando il palazzo ospitò questa rinomata istituzione religiosa voluta da Bernardina Floriani della Croce, per approdare nel 1870 quando le sale ospitarono studenti e studentesse. E, infine, una vivace polemica sul restauro del palazzo, segno dei tempi e delle grandi trasformazioni in corso. Un viaggio a ritroso per scoprire origini, storie e bellezze di questo palazzo “simbolo” di Rovereto.

In scena  gli attori di Evoè accompagnati dalle musiche di Ester Wegher al violino. La regia e la drammaturgia sono di Maura Pettorruso.

Venerdì 31 maggio  ORE 18:00

Sabato 1 giugno ORE 18:00

Domenica 2 giugno ORE 18:00

Ingresso gratuito previa iscrizione (clicca qui)

Info e prenotazioni info@evoeteatro.it

Condividi questo evento

bottom of page